“Ripresa sia di successo e inclusiva” Inoltre, sostiene il presidente della Bce, “le risorse aggiuntive del pacchetto possono facilitare politiche fiscali espansive, in particolare nei Paesi dell’area dell’euro con un margine di bilancio limitato”. Per la Lagarde “gli investimenti pubblici e le riforme, soprattutto se orientate verso sfide a medio e lungo termine come la sostenibilità ambientale e la digitalizzazione, possono costituire un ponte verso una ripresa di successo e inclusiva. Non dovremmo pensare alle due cose separatamente: combinare le riforme con uno stimolo guidato dagli investimenti ha il potenziale per aumentare ulteriormente la crescita. Insieme dovrebbero plasmare il futuro delle nostre economie e garantire che si adattino alla ‘nuova normalità’ che si materializzerà una volta che il picco della pandemia sarà superato”.

 

“Politica monetaria e fiscale possono rafforzarsi a vicenda” Il presidente della Bce sottolinea come finora la risposta alla crisi abbia dimostrato quanto “la politica monetaria e la politica fiscale possano rafforzarsi a vicenda nelle circostanze attuali. Per la politica monetaria è fondamentale garantire condizioni di finanziamento favorevoli per l’intera economia. Allo stesso tempo, la politica fiscale ha un ruolo primario da svolgere nel sostenere la domanda a breve e medio termine, rafforzando la fiducia e accrescendo il potenziale di crescita delle nostre economie. La politica fiscale ha questo ruolo per tre ragioni: lo stimolo deve arrivare rapidamente; ha un’importante dimensione settoriale per la quale la politica monetaria non è lo strumento giusto; e alcuni degli strumenti politici, ad esempio le garanzie di credito, sono intrinsecamente di natura fiscale”. 

 

“Bce non può cancellare i debiti, andrebbe contro i Trattati Ue” Rispondendo a una domanda dell’eurodeputato della Lega, Marco Zanni, sulla possibilità della Bce di cancellare i debiti contratti con le nazioni europee in questo difficile periodo di crisi, la Lagarde afferma: “Leggo sempre con interesse tutto quello che dicono i rappresentanti del Parlamento Ue e soprattutto i presidenti, la mia risposta” all’idea di Sassoli “è molto corta: tutto quello che va in quella direzione è contro i Trattati, c’è l’articolo 103 che proibisce quel tipo di approccio e io rispetto i Trattati”.

 

La Lagarde cita Goethe: “Tutto si basa sulla perseveranza” Infine la Lagarde cita il poeta e drammaturgo tedesco Johann Wolfgang von Goethe per chiudere il suo discorso alla Commissione Affari Economici e Monetari del Parlamento europeo e invitare i Paesi alla perseveranza nel perseguire politiche che riducano le conseguenze della pandemia del coronavirus. “Finora, la risposta europea alla crisi non solo è stata impressionante, ma è stata anche molto efficace. Entrando nella seconda fase della crisi, dobbiamo perseverare e continuare con lo stesso impegno per continuare a fornire risultati per i cittadini europei. La stragrande maggioranza degli europei – di fatto, quasi tutti secondo l’ultimo sondaggio Eurobarometro – ci chiede tale azione”, ha affermato il numero uno dell’Eurotower. “Assicuriamoci che le politiche che stiamo definendo ci permettano di arrivarci. Come disse una volta Johann Wolfgang von Goethe: “Nel regno delle idee, tutto dipende dall’entusiasmo; nel mondo reale tutto si basa sulla perseveranza”. 


Source link

NOTIZIE FINANZIARIE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *