Connect with us
img

Favorite News

Manovra, verso la fiducia alla Camera: il 27 dicembre il voto finale

Manovra, verso la fiducia alla Camera: il 27 dicembre il voto finale

NOTIZIE FINANZIARIE

Manovra, verso la fiducia alla Camera: il 27 dicembre il voto finale

Dalla Camera, poi, il testo dovrà passare al Senato per un esame che sarà blindato.

 

La bocciatura della Ragioneria dello Stato Ad aumentare vertiginosamente il caos delle ultime ore sul documento di finanza pubblica più importante è stata la scure della Ragioneria dello Stato che si è abbattuta su 80 modifiche approvate in commissione a Montecitorio, quasi un terzo del totale. La Manovra da 40 miliardi è stata costretta così a tornare in commissione: il governo, che era pronto a mettere la fiducia sul testo da 1.150 commi, deve attendere mercoledì.

 

Tra le norme da rivedere anche quelle sul taglio dell’Iva a vaccini e tamponi Che vi fossero dubbi sull’idoneità delle risorse trovate in fretta e furia lo scorso fine settimana nel corso di sedute stop and go, i deputati lo avevano messo nel conto. Ma nessuno si aspettava che la nota, attesa per tutto il giorno, fosse così consistente. Si puntava a un breve ritorno in commissione per un secondo esame lampo e a riportare la Manovra in Assemblea per metà pomeriggio. Ma con il passare delle ore è cresciuta l’allerta. La convinzione è che in una nuova nottata si porrà rimedio, laddove si può: tra le norme che hanno bisogno di essere riviste c’è anche quella che taglia l’Iva sui vaccini e sui tamponi. In questo caso, la Ragioneria chiede di trovare i fondi necessari perché la misura è stata approvata senza le risorse corrispondenti.

 

La bocciatura sulla norma sugli esodati La bocciatura più sonora tocca però alla nona salvaguardia per gli esodati: “comporta maggiore spesa pensionistica”, si legge nel documento consegnato ai deputati, facendo sì che gli “esodati non siano salvaguardati ma privilegiati”. E tutto ciò, si legge ancora, si “traduce in una disapplicazione della riforma pensionistica”, in contrasto con la normativa Ue. 

 

La commissione Bilancio salva la norma sugli esodati In serata la commissione Bilancio della Camera si è messa al lavoro per correggere le norme segnalate dalla Ragioneria generale dello Stato: nel pacchetto di nuovi emendamenti dei relatori che recepiscono i rilievi c’è anche la norma sugli esodati che viene ritoccata mantenendo le misure per la nona salvaguardia. Si prevede però che l’Inps monitori e “qualora risulti il raggiungimento, anche in via prospettiva, dei limiti numerici e di spesa” l’istituto non prenda in esame “ulteriori domande di pensionamento finalizzate a usufruire dei benefici” previsti, che “in ogni caso non possono avere decorrenza anteriore al primo gennaio 2021”. Mercoledì la commissione tornerà a riunirsi alle 9.


Source link

Continue Reading
You may also like...
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in NOTIZIE FINANZIARIE

To Top
error: Content is protected !!